Forum

Usa il software con l'aiuto delle discussioni condivise con la community dei clienti

Antonello

Problemi con le verifiche a taglio

Antonello 2015-01-13 11:34:40


Apro questa discussione per condividere un caso di assistenza.

Domanda
Mi capita spesso di avere elementi di luce corta (o tozza) in c.a. non verificati a taglio. Come posso risolvere?

Risposta
La verifica a taglio non soddisfatta potrebbe dipendere dal rispetto del meccanismo di Gerarchia delle Resistenze. Il taglio da applicare per travi e pilastri cresce notevolmente se la loro lunghezza è corta (ad esempio travi o pilastri tozzi). Per questi elementi è possibile modificare la modalità di verifica facendo ricorso alla vista Eccezioni.
Per applicare un'eccezione ad un elemento strutturale basta effettuare le seguenti operazioni:
• attivare in 3D la vista Eccezione;
• scegliere il tipo di elemento strutturale (Trave o Pilastro) a cui applicare l’eccezione;
• cliccare sull’elemento su cui applicare l’eccezione;
• cliccare sul cerchietto giallo che racchiude il segno +;
• nel dialog che si apre selezionare l’eccezione da applicare all’elemento (nel caso in esame Verifica Gerarchia delle Resistenze Taglio/Flessione) e premere conferma per chiudere il dialog ed applicare l’Eccezione scelta all’elemento selezionato.

Nelle proprietà dell’eccezione inserita è possibile scegliere fra i seguenti due criteri:
da sollecitazioni: la verifica a taglio sull’elemento viene eseguita con le sollecitazioni derivanti dall’analisi (con spettro ridotto dal fattore di struttura q);
da momenti ultimi con massimo da q=1: la verifica a taglio sull’elemento continua ad essere eseguita con le sollecitazioni derivanti dal meccanismo della Gerarchia delle Resistenze, fin quando queste non superano le sollecitazioni derivanti da un’analisi con spettro elastico (q=1) (vedasi quanto indicato nel § 7.2.2. delle NTC2018 - La domanda di resistenza valutata con i criteri della progettazione in capacità può essere assunta non superiore alla domanda di resistenza valutata per il caso di comportamento strutturale non dissipativo). In quest'ultimo caso si usano per la verifica le azioni derivanti dal calcolo con q=1.

La seconda modalità conserva comunque il rispetto di un principio di Gerarchia delle Resistenze in quanto prevede il sovradimensionamento del taglio rispetto alla flessione.

Guarda la procedura per inserire le Eccezioni.