Forum

Usa il software con l'aiuto delle discussioni condivise con la community dei clienti

AntonioDL

La verifica di deformabilità torsionale degli impalcati

AntonioDL 2020-02-11 14:11:01


Apro questa discussione per condividere una richiesta di assistenza.

Domanda:
Dove posso trovare la verifica di deformabilità torsionale dei vari piani?

Risposta:
Questa verifica non viene eseguita in automatico dal programma. Pertanto, per ottenere la verifica è necessario scegliere, nell'opzione Deformabilità torsionale dei piani (clicca QUI per vedere un'immagine esplicativa) del NAVIGATORE -> DATI della STRUTTURA -> Dati Norma: ... -> Analisi Sismica, uno dei seguenti criteri:
  • Nessuno (non viene eseguita nessuna verifica - è l'opzione di default)
  • per Piani (viene calcolato il rapporto r²/ls², indicato dalle NTC 2018 nel § 7.4.3.1)
  • Modale (introdotto a partire dalla versione 43.00c-BIM ONE(c), viene calcolato il rapporto Ω tra i periodi dei modi di vibrazione preponderante traslazionale e quello preponderante torsionale, secondo la relazione [C7.4.2] del § C7.4.3.1 della Circolare n.7 alle NTC 2018. Tale metodo è utilizzabile solo nel caso di calcolo sismico in analisi dinamica modale).


A calcolo completamente eseguito, viene redatta, nei Tabulati e/o Risultati del Calcolo un'apposita tabella di verifica dove è possibile leggere una serie di informazioni quali:
  • Metodo per Piani: rigidezza flessionale, torsionale nonchè il rapporto ρ=r²/ls² (clicca QUI per vedere un'immagine esplicativa).
  • Metodo Modale: periodi dei modi preponderanti torsionali e traslazionali nonché il rapporto Ω (clicca QUI per vedere un'immagine esplicativa).


Metodo per Piani - ATTENZIONE
La verifica di deformabilità torsionale dell'impalcato i-esimo viene condotta nel seguente modo:
- si bloccano, con degli incastri, tutti i nodi di testa dell'impalcato i-1 e i+1 (i nodi che appartengono al piano orizzontale posto alla stessa altezza degli impalcati i-1 e i+1);
- si applicano, sui nodi di testa dell'impalcato i-esimo (quelli appartenenti al piano orizzontale posto alla stessa altezza dell'impalcato) un sistema arbitrario di forze orizzontali in X e Y ed un sistema di coppie torcenti con verso di azione in direzione Z;
- si valutano gli spostamenti e le rotazioni dell'impalcato i-esimo;
- si determinano le rigidezze flessionali e torsionali dell'impalcato. In particolare, la rigidezza flessionale in una data direzione (X o Y) è pari al rapporto fra la risultate delle forze applicate e la media degli spostamenti di tutti i nodi appartenenti all'impalcato; la rigidezza torsionale è pari al rapporto fra la risultante del momento torcente e la rotazione relativa a una coppia di punti (quelli aventi maggiore distanza);
- si valuta il rapporto r²/ls² del piano, dove il termine ls è funzione del rettangolo di dimensione B e L che circoscrive i nodi strutturali posti alla stessa altezza dell'impalcato i-esimo.

Da quanto detto sopra si evince che la suddetta verifica potrebbe non fornire risultati corretti nel caso di impalcati inclinati (come la copertura) e nel caso di impalcati sfalsati. In tali situazioni è sicuramente da preferire il metodo modale (Ω) che è più generale.